MART 16 Settembre : PINK MOUNTAINTOPS (CAN) – Psychedelic Indie Rock

di , 1 settembre 2014 11:25

MART 16 Settembre :

PINK MOUNTAINTOPS (CAN)

- Psychedelic Indie Rock

ore 22:00 – FREE ENTRY

Dietro il moniker Pink Mountaintops si nasconde Stephen McBeam, musicista canadese già protagonista nei Black Mountain e nei Jerk With A Bomb. McBeam è un musicista degli anni Novanta, interprete di un chitarrismo dall’evidente taglio stoner, che ignora (o quasi) l’avvento del Duemila e sogna di vivere nel passato. Se con i Black Mountain McBeam proponeva la sua versione dell’hard-rock, con profonde tinte psichedeliche, con i Pink Mountaintops la psichedelia si prende tutto lo scenario, spaziando, equamente divisa, fra fine anni Sessanta e fine anni Ottanta.

Sul palco : Stephen McBeam (Black Mountains),Ashley Webber (The Organ, Lightning Dust, Bonnie Prince Billy), Dustin White (Soft Focus, Sundown), Steve Kille (Dead Meadow), and Florian Schanze (Obliterations).

Quest’anno hanno pubblicato il loro ultimo album “Get Back” che vanta la partecipazione di J Mascis (Dinosaur Jr) e membri di Dead Meadow, Brian Jonestown Massacre e Delta 72.

 

PINK MOUNTAINTOPS

Pink Mountaintops “SHAKEDOWN”

 

Ven 29/ Sab 30 :: III° GoDown Festival @ Bianconiglio

di , 8 luglio 2014 14:08

Ven 29  3° GoDown festival :

on stage :

Astrophonix (Rockabilly- rock’n'roll)

Gli Astrophonix nascono ufficialmente nel 2003 dalla costola del primo progetto solista del leaderSimone Di Maggio e vantano più di 500 concerti all’attivo toccando, nei propri tours, 8 paesi diversi come: ITALIA, UK, FRANCIA, SPAGNA, SVIZZERA, GERMANIA, CINA, HONG KONG.
Dal 2003 al 2006 la band affronta un tour incessante riuscendo a partecipare ad importanti R’n'R festivals sia in Italia che all’ estero come: THE EDDIE COCHRAN WEEKENDER (UK) al fianco di leggende della musica come LITTLE RICHARD, BLUE MONDAY FESTIVAL (FRANCIA), CERTINES ROCKING FESTIVAL (FRANCIA), ROCKHOUSE PLANET FESTIVAL (FRANCIA), SUMMER JAMBOREE (ITALIA). Con queste numerose apparizioni l’ attenzione della stampa e dei discografici inizia a salire e la band inizia ufficialmente a preparare il suo primo lavoro discografico ufficiale. Nel 2006 la band partecipa al tour italiano della storica Punk’a'Billy band THE METEORS, suscitando l’ interesse, oltre che del pubblico, anche di vari promoters europei. Il leader dei Meteors Paul Fenech dice di loro: ”…Questi ragazzi spaccano di brutto! Penso siano la migliore guest band che abbiamo avuto negli ultimi 20 anni…”.

http://www.theastrophonix.com/

Gunash (Rock/Alternative/Post-Grunge)

I GUNASH nascono a 50 Km da Torino nel 2003 da un’ idea del cantante e chitarrista Ivano L. Zorgniotti e
del batterista Danilo Abaldo alias “Pannico”.
Dapprima come cover band dal nome e dall’ organico diversi, con cui svolgono un periodo d’ intensa attività
Live, ed in seguito un po’ alla volta si orientano su di un Rock Alternativo che risente d’ influenze punk,
metal, post-grunge, stoner and prog (Nirvana, Soundgarden, Faith No More, Foo Fighters, Qotsa, Porcupine
Tree, etc…).
Alla fine del 2005 pubblicano un disco omonimo per l’ etichetta New LM Records (Crotalo Edizioni Musicali) di
Ravenna.
Dal 2008 la formazione è costituita dal cantante e chitarrista Ivano L. Zorgniotti, che si occupa anche di arte
figurativa, dal solido bassista Mauro Ippolito e dal batterista e percussionista Danilo Abaldo alias “Pannico”.
Occasionalmente vi si aggiunge il violoncellista Marco Allocco (Quintettango), musicista di provata
esperienza che ha fatto parte dell’ orchestra di Pavarotti in diverse edizioni del Pavarotti & Friends.
Nel 2012 i Gunash entrano nuovamente in Studio per la registrazione del nuovo lavoro discografico,
intitolato “Same Old Nightmare”, un concept album composto da 12 brani originali.
Il disco ha ricevuto la straordinaria partecipazione del famoso musicista americano RAMI JAFFEE,
tastierista dei Foo Fighters e The Wallflowers (di cui membro fondatore con Jacob Dylan) e vincitore di 9
Grammy Awards con diversi progetti discografici.
Rami Jaffe ha registrato per il disco dei Gunash nei suoi fantastici Fonogenic Studios di Los Angeles ed il
sound del suo Hammond B3 ha contribuito a colorare l’album dei Gunash.
Nel 2014 l’ album “Same Old Nightmare” è stato pubblicato e distribuito dalla prestigiosa Etichetta
Indipendente italiana Go Down Records.
Il nome della band è un gioco di parole tra Ganesh (la divinità indiana con testa d’ elefante, dio della
sapienza e protettore delle lettere e delle arti), Gunas, ossia le quattro fasi della materia in trasformazione
dell’ alchimia indiana e la fusione delle parole inglesi Gun (pistola) e Ash (cenere); in definitiva, un misto di
spiritualità ed essoterismo con la tetra contraddizione dei due termini anglosassoni, come a voler dimostrare
che ogni concetto racchiude in sé il proprio opposto.

https://www.facebook.com/gunashband

 

Sab 30 3° GoDown festival :

Supertempo (Powerpop)

Nati nel 2010 nel territorio della provincia di Venezia, i SuperTempo sono una band garage powerpop formata ad oggi da tre ragazzi poco meno che trentenni. La loro è una musica senza peso, con forti echi punk, in cui durata e velocità soggettive trovano una forma collettiva e quasi universale.

http://supertempo.me/

Belfast (indie-rock)

 

Stefano Pase e Giorgia Favaro, entrambi con

alle spalle più di 15 anni in diverse esperienze

musicali, si incontrano per un progetto

difficilmente inquadrabile nelle solite etichette

ma che trova spazio nell’Indie Rock. Nei live sono

accompagnati da Pietro Lorenzetto alla batteria.

https://www.facebook.com/belfast.rock?v=info

 

Merc 17 : L’HO USCITO IO – (Un Bianconiglio a Teatro)

di , 15 settembre 2014 10:08

 

in collaborazione con

Accaddemia teatrale Lorenzo Da Ponte:

L’HO USCITO IO

di e con:

Katiuscia Bonato

ore 21:00

ingresso gratuito

 

 

 

una produzione

TEATRO al QUADRATO

L’ho uscito io!

“Quel giorno a cosa fatta dissi alla ginecologa: dottoressa mi sembra che “qualcosa” lì

sotto non sia più come prima…” E la dottoressa a domanda rispose : “ Signora, d’ora in

poi nulla sarà più come prima!”

Si parla di una donna, una giovane donna, una di quelle che potresti incontrare ogni

giorno al supermercato, in coda alle poste, a passeggio nel parco….ma una cosa la rende

inesorabilmente diversa da tutto ciò che è stata fino a quel momento: ha dato alla luce

un bambino e con lui sono uscite un bel po’ di altre cose….!

Un personaggio un po’ maldestro racconterà senza prendersi troppo sul serio, ciò che di

troppo serio deve già affrontare tutti i giorni , nel tentativo disperato di reagire e tornare

a vivere.

E ridere. Ridere degli altri e della vita, ma soprattutto di sé.

E’ incredibile come sia cambiato il ruolo della donna nella società degli ultimi 60’ anni, ma

oltre che una parità formale, ne ha ottenuta una anche reale?

E’ sola, lasciata a sé stessa e a quelle paure inconfessabili che una madre , in quanto

tale, non può permettersi nemmeno di provare.

Tre domande: chi dà valore e dignità alla donna che partorisce una nuova vita? Chi

l’accompagna durante questa straordinaria esperienza? Ma soprattutto, chi accompagna

la donna “ dopo”? Chi l’aiuta ad affrontare la sua nuova vita in cui viene scaraventata con

una velocità che va da 0 a 100 in 1 nano-secondo?

Una volta non era così. Una volta c’erano donne che partorivano da sole nei campi

durante la raccolta delle patate. Ma c’erano altre donne , sicuramente più fortunate, che

“ dopo” venivano curate ed accudite da altre donne per 40 giorni. Mia mamma mi ha

detto che sua mamma la chiamava “ quarantena”. Sì, proprio quarantena come si usa

dire per una malattia. Perché loro lo sapevano cosa accade ad una donna “dopo”, lo

sapevano, forse meglio di noi, che in un mondo medicalizzato, civilizzato e sterilizzato,

veniamo lasciate da sole ad affrontare qualcosa che è sì meraviglioso, ma per molte

altre, qualcosa di troppo grande da affrontare da sole.

Questa storia non nasce solo da una vicenda personale. E’ una storia fatta di tante storie,

di tante donne a cui ho chiesto di regalarmi un po’ della loro vita. Ce ne sono state tante

di molto diverse tra loro, ma è emersa una costante: il profondo senso di solitudine.

Volevo chiamare questo spettacolo “ Elogio della solitudine”, ma ho deciso di dare un

connotato diverso a questa storia fatta di storie, perché la solitudine, la parola solitudine,

fa ancora molta paura. Così, con il titolo “ L’ho uscito io”, ho voluto restituire alle donne

la grande forza e la grande ironia con cui hanno saputo raccontarmi un pezzo prezioso

della loro straordinaria quotidianità!

Merc 3 : COPPIA APERTA, QUASI SPALANCATA (Un Bianconiglio a Teatro)

di , 2 settembre 2014 09:00

Compagnia dei Cardini
COPPIA APERTA, QUASI SPALANCATA
di Dario Fo e Franca Rame

con Lisa Moras e Michele Vargiu
Regia Lisa Moras

Antonia, 38 anni, casalinga, moglie e madre, è ormai all’ennesimo tentativo di suicidio a causa dell’infedeltà del marito. Lui, affascinante intellettuale di sinistra, libertino e abile retorico, propone alla moglie la “coppia aperta” come soluzione ai problemi coniugali.

Dopo un iniziale rifiuto Antonia si convince a tentare. Ma cosa succede quando una donna che si stava ormai dando per vinta finisce di fare la moglie e si riscopre femmina? Cosa succede insomma quando la coppia diventa “aperta”… da entrambe le parti?

“Coppia aperta quasi spalancata” è la più rappresentata fra le opere di Dario Fo e Franca Rame, un atto unico dalla forte comicità e ironia che mette a nudo le dinamiche delle relazioni sentimentali in un contesto grottesco ma mai inverosimile.
Un dipinto sempre attuale di incomunicabilità nel quale rancori e rivincite mettono in moto un carosello di eventi dai quali né uomo né donna usciranno
a testa alta, vittime dei loro stessi desideri.

“Una giovane coppia di attori frizzante e spassosa”

“Sentimenti e tematiche sempre attuali e mai scontate. Uno spettacolo tutto da assaporare. Un duo energico. Una serata piacevolissima”
______

www.compagniadeicardini.com
______

UN BIANCONIGLIO A TEATRO è la rassegna settembrina che ogni mercoledì sera proporrà uno spettacolo a ingresso libero sul nostro palco, per far assaggiare il teatro in contesti diversi dal solito.

INGRESSO LIBERO

IN CASO DI PIOGGIA LO SPETTACOLO VIENE ANNULLATO.

Dom 20 Luglio: ABOVE THE TREE (etno-folk, blues-disco)

di , 8 luglio 2014 15:26

 

Above The Tree è uno dei per­so­nag­gi più sin­go­la­ri e mi­ste­rio­si del nuovo mil­len­nio mu­si­ca­le ita­lia­no, un mu­si­ci­sta che sfug­ge alle de­fi­ni­zio­ni, del quale ri­sul­ta per­si­no com­pli­ca­to de­fi­ni­re le sem­bian­ze fi­si­che.
Un avan­guar­di­sta della spe­ri­men­ta­zio­ne e della mi­sti­fi­ca­zio­ne so­no­ra, che ha sdo­ga­na­to ai gior­ni no­stri i con­cet­ti di lo-fi e room-re­cor­ding, inon­dan­do il mer­ca­to un­der­ground di una fit­tis­si­ma rete di pro­get­ti e col­la­bo­ra­zio­ni in­cro­cia­te, sem­pre tutte ben de­li­nea­te e ca­rat­te­riz­za­te.
Una per­so­na­li­tà mag­ma­ti­ca da sem­pre im­pe­gna­ta in nu­me­ro­si pro­get­ti pa­ral­le­li che si ac­ca­val­la­no e si rin­cor­ro­no, tanto che fare or­di­ne nel­l’in­tri­ca­ta di­sco­gra­fia di que­sto ar­ti­sta è opera ardua, fra M.A.Z.C.A., Gal­li­na, Al:Arm! , ABOVE THE TREE & E-SIDE.
Above The Tree è dal­l’o­ri­gi­ne il pro­get­to so­li­sta di Marco Ber­nac­chia (que­sto il suo nome al­l’a­na­gra­fe di Se­ni­gal­lia), rap­pre­sen­ta lo sfogo per­so­na­le, svin­co­la­to da ine­vi­ta­bi­li co­stri­zio­ni e com­pro­mes­si che qual­sia­si band pre­sup­po­ne.
Dopo un paio di album ed un live di­stri­bui­to sol­tan­to su mu­si­cas­set­ta, la fama di Above The Tree è an­da­ta al­lar­gan­do­si a mac­chia d’o­lio, anche gra­zie a par­ti­co­la­ris­si­me esi­bi­zio­ni live, nelle quali si pre­sen­ta con il volto co­per­to da una ma­sche­ra.

 

http://www.abovethetree.it/

Merc 23 Luglio: STAG (Pop Rock) dal film PICCOLA PATRIA

di , 8 luglio 2014 15:02

 

Durante il Festival di Venezia, in occasione della presentazione di Piccola Patria al concorso Orizzonti della Mostra Cinematografica, Maria Roveran, attrice protagonista del film e anche autrice e interprete di alcuni dei brani che compongono la colonna sonora del film, ha conosciuto Marco Guazzone e gli STAG, che hanno riarrangiato e cantato con lei uno di questi brani per la trasmissione radiofonica Hollywood Party. L’empatia è stata immediata, e un piccolo concerto è stato organizzato per la festa della rivista Fabrique Du Cinema, sempre nei giorni della Mostra, al Lido, con grande coinvolgimento dei presenti. E’ nata così l’idea di organizzare una promozione originale che potesse in maniera efficace coniugare la classica presentazione del film con qualcosa di inusuale: proporre la colonna sonora del film eseguita dal vivo e rivisitata in chiave pop/rock/elettronica in situazioni correlate all’anteprima, creando interesse e curiosità. Maria sarà accompagnata sul palco dagli STAG in una formazione composta da voce, tastiere, tromba, contrabbasso e batteria, dando vita a uno spettacolo emozionante composto sulle note delle musiche del film. Il tour ha toccato ad Aprile le città di Vicenza, Udine, Verona, Treviso, Mestre, Trento, Locarno, Firenze e Bologna. Il 29 Maggio sarà al Teatro Valle di Roma e proseguirà con altre date estive.

Gli STAG sono una band italiana nata dal progetto musicale solista di Marco Guazzone. I primi concerti della band risalgono al 2008 e il loro album di debutto “L’Atlante Dei Pensieri”(qui il video ufficiale del brano guida dell’album: http://www.youtube.com/watch? v=POZkrhmnc1g#t=144), uscito ad Aprile 2012 e premiato come miglior esordio da Repubblica, è stato prodotto da Steve Lyon, produttore e ingegnere del suono di Depeche Mode, The Cure, Paul McCartney, Subsonica, ed è stato registrato tra Roma e Londra. Il disco contiene ‘Guasto’, il brano che il leader della band ha presentato nell’edizione 2012 del Festival di Sanremo e per il quale ha ricevuto il premio Assomusica e il premio Rai Gulp. Le loro sonorità combinano elementi di classica, rock ed elettronica con il pop, il tutto contaminato da atmosfere di musica da film dovute agli studi di Guazzone alla Scuola Nazionale di Cinema di Roma. Con alle spalle più di duecento concerti, il gruppo in tour ha toccato le principali città italiane ed è arrivato anche a Londra, esibendosi in formazione elettrica, perfomance acustiche e in versione artisti di strada. Hanno aperto le date di artisti come Moby, Suzanne Vega, Arisa, Malika Ayane, Dolcenera, Jay Brannan, The Irrepressibles, Morgan, Meganoidi. Nel 2013 è uscito “Live al Piper Club”, primo album dal vivo registrato allo storico locale romano.Sono stati ospiti alla 70a Mostra d’Arte Internazionale Cinematografica di Venezia come band ufficiale del programma Hollywood Party di Rai Radio 3 e attualmente sono in fase di lavorazione del secondo disco.

 

https://www.facebook.com/pages/STAG/120616388005029?fref=ts

http://www.marcoguazzone.it/index.html

Sab 26 Luglio: Paolino Paperino Band (Punk-rock)

di , 8 luglio 2014 14:52

Nonostante la discografia decisamente corta la Paolino Paperino Band dicono sia uno dei gruppi più importanti della scena punk italiana anni ’90 e non solo. Originaria della fertile provincia inesistente che scavalla tra Modena e Bologna, la band si forma ufficialmente nel 1987 mescolando punk, il proprio ska, reggae, funk e jazz senza farsene troppe ragioni, nè chiederne a un pubblico che li associerà per sempre a una grande vena ironica, irriverente ed intelligentemente demente sia nei testi che nei loro live trascinanti.

Tra il 1988 e il 1994 la band produce un demotape, due mini Lp (FETTA e LE BESTIE FEROCI DEL CIRCO) e un Lp (PISLAS, che verrà successivamente rimasterizzato nel 2013) il cui Cd contiene anche il miniLp FETTA. Ma nonostante la discreta popolarità raggiunta, nel 1994 la band decide di interrompere la propria attività riunendosi a sorpresa solo in occasioni particolari, come durante il corteo-concerto a sostegno del collettivo anarchico Libera nel giugno 2004 che vide sfilare il loro carro-stage amplificato con dietro più di 1500 persone per il centro di Modena.

Nel maggio 2012 il gruppo decide di riprendere la propria attività artistica, con una formazione che conserva la formazione originale con Yana alla voce e Termos alla batteria, ai quali si aggiungono i giovani Garu al basso e Skeggia e Raffa alle chitarre.

A febbraio 2013, il gruppo si chiude in studio di registrazione e dà vita a un album autoprodotto dal titolo PORCELLUM, che esce a maggio 2013 in Cd e vinile. Il primo singolo è Troiaio, di cui viene prodotto il videoclip con la regia di Ralph Ceskowitz. Da aprile 2013 il gruppo è impegnato in una stagione live col “Porcellum tour” e promuove il proprio ultimo lavoro insieme naturalmente ai classici come “Fetta”, “Troietti”, “Porno Tu”, “Extracomunitario”.

A settembre 2013 la neonata etichetta della band, la AssTo records, decide di riapre le tracce dello storico PISLAS del 1993 dando vita a una versione rimasterizzata di un Cd più che mai attuale nelle liriche e da oggi anche nei suoni.

DOM 27 LUGLIO SPAZIO MUSICA presenta: STEVE GRIND & THE UNDERDOGS , JINX 17

di , 8 luglio 2014 14:48

DOM 27 LUGLIO

SPAZIO MUSICA

CITTÀ DI VITTORIO VENETO

STEVE GRIND & THE UNDERDOGS

JINX 17

Gio 31 Luglio : EMA & QUILOMBO SONORO(Argentina) (etnofolk)

di , 8 luglio 2014 14:46

Ema Yazurlo, Musicista, Compositore e leader della banda argentina La Zurda, esordisce con il suo primo album realizzato con la sua band Quilombo Sonoro dal titolo ”MUSICA Y AMOR ” , un pout-purri strabiliante di suoni che si rivolge al folk in primis e mischia con sapienza latin, funk , rap, reggae, hip hop, electro swing con i canti popolari autoctoni sudamericani, una sorta di etnofolk e suoni urbani. Nei tre album realizzati con la band La Zurda, si possono ascoltare diversi stili musicali e un ampio mix culturale, dalle “songs” dei nativi americani fino a elettro-sonorità della nuova mezcla moderna e sempre con il cuore alle radici della propria terra. Nella sua ultima release con La Zurda, “Aca y Ahora”, registrato in Italia e a Buenos Aires, con la collaborazione di NTVG (Uruguay) e il gruppo italiano dei Negrita , liriche e melodia sono il punto focale del suo percorso nella costruzione di un itinerario che tocca il mondo intero. Durante questi viaggi musicali, ha condiviso il palco con famosi artisti della scena come Paralamas, Emir Kusturica, AMADOU & MARIAN , MAD PROFESSOR , MOLOTOV , FISHBONE, Fabulous Thunderbirds, Bersuit, Autenticos Decadente, Cafe Tacuba, NTVG , CANDELA SOW, NEGRITA. Molti i tours e festivals nei paesi quali: Argentina , Uruguay , Cile, Venezuela, Messico, Spagna, Italia, Svizzera, Germania e con buona visibilità nei principali media partners quali radio, magazine e web. Il sound in questo nuovo cd “Musica y Amor”, inizia con strumenti quali: Ronroco, Cuatro, Charango, trompeta, trombon, cazu, armonicas, samplers, Drum & bass e varie percussioni etniche e batteria, darbuka, tambora, cuica, riqq, timbal, revolo, bombo leguero, cajon peruano, strumenti che spiegano ancora una volta quanto si riflette in questo nuovo album la coesistenza di tante etnie musicali, cosi ricche di melodie e armonie, appunto “musica e amore”.

Sab 2 Ago : RUSTY NAIL feat. PIGIO/JOLLO/FANTE feat. DJ PLUS (crossover/hip-hop/rock)

di , 8 luglio 2014 14:34

 

La crew rivelazione del vittoriese! Mescolano l’hip-hop con il rock, il live con i campionamenti, gli

strumenti con i giradischi, il groove con lo scratch!

e sono bombe di freestyle!

Giov 7 Agosto: SKAJ (ska-jazz)

di , 8 luglio 2014 14:29

Bianconiglio in collaborazione con Apartamento Hoffman:

SKAJ (ska-jazz)

2002- 2012 – 10° Anniversario di Indipendenza! Storie vere! Miga Bae! 10 Anni, 10 dischi! 550 concerti! 20000 copie vendute! oltre 10000 scarichi legali su iTunes! Gli Ska-j propongono musica jazz arrangiata in chiave afro-jamaicana. La strumentazione è acustica ed è formata da voce, batteria, chitarra, contrabbasso, due sax e un trombone.

http://www.skaj.it/

Panorama Theme by Themocracy